foto senza copyright

Vuoi utilizzare una foto da Internet per il tuo blog senza copyright? Oppure per il tuo Profilo Instagram o come copertina per la tua raccolta di poesie? Ma non vuoi infrangere alcuna legge sul copyright.

Vuoi usare una tua foto per il tuo blog e proteggerla dal copyright ma non sai come firmarti nel modo giusto?

Sei un fotografo? Allora non hai bisogno di queste informazioni ma molti nuovi blogger pensano di aggiungere scritte alle loro foto come “Ph”, “Copyright”, o sulle loro fotografie, o immagini peggio ancora una prominente scritta sopra per proteggere le loro fotografie. Niente di più sbagliato.

Hai paura che se il proprietario di quella foto scopre cosa hai fatto, ti querelerà e chiederà un risarcimento?. Non sei un fotografo, ma questo non significa che non vuoi firmare il tuo lavoro.

Quindi ti stai chiedendo come sapere se una foto è protetta da copyright. Non vuoi che le tue foto vengano usate da altri?

Niente potrebbe essere più semplice e ti mostreremo tutto di seguito.

Ma prima lasciami fare una premessa molto importante, se non fondamentale: in internet puoi trovare una serie di tutorial che ti insegneranno a capire chi è l’autore dello scatto. Più avanti ti mostrerò dove trovarli.

Come guadagnare con un blog e come crearne uno di successo.

Come sapere se una foto è protetta da copyright

foto senza copyright, pachiderma, elefante
Foto senza copyright, pachiderma, elefante, zanne, foresta, giungla

Per sapere se una fotografia scaricata da internet può essere utilizzata o meno, se è una foto senza copyright, bisogna prima capire come funziona il diritto d’autore in Italia (e nel mondo).

In particolare per quanto riguarda le opere fotografiche – le cosiddette immagini e solo allora, magari , puoi evitare discussione grazie ad alcuni suggerimenti pratici.

Quindi, per favore, sii paziente e leggi quello che ho da dire. Per sapere se un’immagine è protetta da copyright o può essere utilizzata liberamente, il primo paragrafo dei paragrafi seguenti è fondamentale.

Che differenza c’è tra copyright e diritto d’autore, foto senza copyright

Prima di entrare nel vivo della questione e parlare di foto senza copyright, vorrei fugare ogni tuo dubbio (come per molte altre persone). Probabilmente ti sarai già chiesto quale sia la differenza tra diritti d’autore e copyright. In realtà, non ce ne sono o solo pochi.

La legge italiana che regola la paternità delle opere artistiche come testi, immagini, sculture e musica è conosciuta come “diritti d’autore”. L’equivalente anglosassone è copyright.

Tra le due discipline ci sono ormai pochissime distinzioni. L’assottigliamento della differenza è dovuto alla diffusione degli strumenti di comunicazione e dei mezzi di pubblicazione delle opere, compreso internet. La tutela dell’autore è ormai a livello internazionale.

Di conseguenza, per combattere il plagio, vari Stati hanno cercato di avvicinare le rispettive discipline.

Come aprire un blog e guadagnare, tutte le strategie e i consigli utili.

Come citarsi nel modo corretto nel caso in cui sei l’autore del fotografie

foto senza copyright,
Foto senza copyright, telecamera, vintage, fotocamera a pellicola

Contrariamente alla credenza di molti blogger, usare nelle loro foto diciture come ” ph “, ” foto protetta da copyright “, “©”, queste sono garanzie che non proteggono dalla copia. Anzi, aggravano l’esperienza del lettore.

In questo articolo imparerai anche le differenze tra copyright e copyleft, oltre a come accreditare correttamente l’autore delle foto sul tuo blog per apparire professionale.

L’indicazione dell’autore è necessario quando vengono utilizzate immagini di altre persone.

I blogger spesso citano i fotografi con acronimi che hanno poco a che fare con la normativa di riferimento. Questo nonostante il fatto che le immagini altrui non debbano essere utilizzate senza l’espresso consenso dell’autore.

Il DPR 19/79, il Dlgs 154/97 e la legge 248/2000 in Italia stabiliscono che l’autore della fotografia debba essere sempre citato. Questo a meno che non si tratti di una “semplice fotografia”, termine con molte sfumature che può essere interpretato come “fotografia che chiunque potrebbe scattare”.

Ad esempio, una foto di un monumento che è stata caricata gratuitamente su Wikipedia può essere riutilizzata senza menzionare la “fonte Wikipedia”. Questo oltre alle immagini stock che la specificano.

Quando i blogger utilizzano le immagini proprie o di quelle di amici, scoppia un dibattito sui vari modi di indicare i crediti che vanno oltre i requisiti legali. In effetti, i termini “Ph”, ©, e watermark vengono infatti utilizzati spesso in modo improprio.

Getresponse Guida Completa 2022, Come Funziona, Cos’è, Prezzi, Recensioni

Banner moto 728x90

Foto senza copyright, qual è la differenza tra crediti e copyright?

foto senza copyright,
foto senza copyright, , fotografia, studio, servizio fotografico, illuminazione

Tanto per cominciare, i crediti, o l’indicazione dell’autore, non sono la stessa cosa in materia di copyright. Senza entrare troppo nei dettagli, le leggi italiane e di gran parte dell’Europa fanno riferimento al diritto d’autore.

Questo riconosce all’autore il diritto di sfruttare la propria opera. Invece, il copyright è l’equivalente anglosassone del copyright, utilizzato in paesi di Common Law come gli Stati Uniti e il Regno Unito che incoraggiano lo sfruttamento commerciale della proprietà intellettuale.

Per fare un esempio pratico, scrivere “Paolo Bianchi” sotto una foto indica che Paolo Bianchi ha il diritto di utilizzare la foto e che dobbiamo pagargli un compenso se vogliamo riprodurla.

Mentre scrivere “Fotografia di Paolo Bianchi” (più versione elegante dei “crediti Paolo Bianchi” ereditati dai blogger anglosassoni) indica che Paolo Bianchi è l’autore della foto.

9 Piattaforme Per Videoconferenze, Quali Sono Le Migliori

Errori da non commettere quando si vuole citare l’autore della foto

Occorre fare attenzione a non cadere in alcuni errori quando si vuole citare l’autore della foto. Vediamo insieme quali.

1. Perché non utilizzare il Ph

Esistono altri modi comuni per indicare il nome del fotografo, compreso il simbolo del copyright, che non sempre corrisponde all’indicazione dell’autore.

La pratica di aggiungere un “Ph” finale come abbreviazione di “fotografo” sopra la foto stessa si è diffusa tra i fotografi dilettanti, facendo sorridere i fotografi professionisti. Il fatto che le immagini firmate da un cosiddetto “fotografo” in circolazione siano così brutte che nessuno vorrebbe firmarle!

Di conseguenza, un “Ph” finale oggi evoca immagini classiche di fotografi improvvisati, con modelle fotografate in pose languide per strada o sul divano.

I fotografi professionisti, invece, sono indifferenti alla visibilità, in quanto sono stati ricompensati per il loro lavoro, e l’unica cosa che si può fare è citarli normalmente, senza inserire le immagini con scritte o sigle strane.

2. Perché non manomettere le immagini con watermark o filigrana

Un altro metodo popolare tra blogger e fotografi dilettanti è utilizzare una filigrana (watermark) con crediti invece dell’odioso “Paolo Bianchi Ph” di cui sopra.

Le agenzie che vendono immagini stock utilizzano il watermark (o filigrana, anche se il termine italiano non viene quasi mai utilizzato) come sistema anti-copia.

I clienti scaricano l’immagine di anteprima con filigrana, controllano se funziona nel lavoro che stanno facendo – dal layout del libro al rendering del sito Web oppure blog e quindi acquistano il diritto di utilizzare l’immagine.

L’uso di un watermark è quindi sia un sistema anti-copia sia un modo di gestire le anteprime delle immagini in prova.

Una volta scelta una fotografia, questa viene rilasciata per la pubblicazione senza alcuna scritta.

Un’iscrizione sopra l’immagine, invece, la rovina irreversibilmente, degradando l’esperienza del lettore e facendo apparire poco professionali i blogger che utilizzano questi trucchi.

3. Perché non inserire il proprio logo nella foto

Inserire il proprio logo oppure scritte nella foto la rovina irreparabilmente e non serve a preservare il copyright e i propri diritti di autore. Ci sono metodi più efficaci per questo e lo vedremo più avanti.

Foto senza copyright, come includere le informazioni sul copyright nei metadati dell’immagine

foto senza copyright,
foto senza copyright, telecamera, bagagli, foto Polaroid, fotografie

Tutela della proprietà Attraverso i dati EXIF, i metadati contenuti nel file digitale, possiamo preservare le nostre immagini senza rovinarle con loghi o scritte. foto senza copyright. Tutte le fotografie digitali, infatti, contengono una serie di dati ‘invisibili’. Come ad esempio il modello della fotocamera o il tempo di posa, ai quali si possono aggiungere indicazioni di copyright.

Cosa sono esattamente i dati EXIF?

EXIF sta per EXchangeable Image File, noto anche come file immagine intercambiabile, ed è un formato utilizzato da tutti i produttori di fotocamere per aggiungere informazioni alle immagini.

Ciò significa che ogni foto che scatti esce direttamente dalla fotocamera con una chiara indicazione di chi ha scattato la foto. Con le immagini che vengono lanciate sul Web tramite forum e social media, è sempre una buona idea avere qualcosa di incorporato che possa ricondurre a te. In questo modo non sarà una foto senza copyright.

I metadati possono contenere i seguenti tipi di informazioni:

  • Dati sempre uguali, come marca e modello della fotocamera, autore e copyright (che, come abbiamo visto, sono due informazioni diverse);
  • Dati che variano in base alla fotografia, come l’ora, l’apertura, l’esposizione e l’ISO della foto, nonché la data e l’ora dello scatto

Queste informazioni vengono registrate e incorporate nei dati EXIF ​​di ogni immagine, compreso il file RAW. È il negativo digitale e la fonte di tutte le immagini successive distribuite sul web.

Come Creare Un Sito Web Con WordPress Gratuitamente

Come includere le informazioni sul copyright nei dati EXIF

Un blogger può semplicemente inserire i suoi dati nei file EXIF ​​per proteggerla e evitare il furto di immagini. Oppure quanto meno per poter dimostrare di aver diritto alla loro rimozione o alla citazione del credito.

È ancora possibile provarli in seguito, ma questo è un lavoro che esula dallo scopo dell’improvvisazione. Comunque il negativo digitale (file RAW) con i dati EXIF ​​è una prova più che sufficiente dell’autore dell’immagine.

Esistono due modi per includere il nome dell’autore e il copyright:

  • direttamente sulla fotocamera;
  • Adobe Lightroom, ad esempio, è un programma di sviluppo digitale.

Il metodo corretto e professionale per indicare l’autore delle fotografie è utilizzare i metadati. Tutto questo unitamente ad una semplice didascalia “immagine di Paolo Bianchi” se e quando necessario.

Scrivi nei commenti se conoscevi già la differenza tra copyright, filigrana e file EXIF ​​e quale metodo hai utilizzato per capirlo. Ora sai come rendere il tuo blog di viaggio più professionale e contribuire a rendere la blogosfera un posto migliore. Tu dove prendi le foto senza copyright?

SiteGround E WordPress, Una Soluzione Di Hosting A Servizio Completo Per Tutti I Tipi

Per aggiungere informazioni sul copyright alle tue foto, segui questi passaggi

A seconda della marca della fotocamera, il metodo per inserire queste informazioni varia. Se stai utilizzando una delle reflex digitali Nikon più recenti, tuttavia, i passaggi seguenti seguiranno per te.

  • Vai al menu delle impostazioni.
  • Accedi e vai alla sezione Informazioni sul copyright, qui puoi impostare sia l’artista che il copyright.
  • Assegna un nome all’artista.
  • Imposta il tuo indirizzo e-mail e l’avviso di copyright nelle informazioni sul copyright.
  • Seleziona la casella di controllo a Allega informazioni sul copyright.
foto senza copyright
Add copyright info to your photos EXIF _ Richard Peters Wildlife Photography
foto senza copyright
Add copyright info to your photos EXIF _ Richard Peters Wildlife Photography

Se possiedi una delle reflex digitali più recenti, come la D5 o la D500, il touchscreen rende l’inserimento dei dati molto più rapido e semplice; in caso contrario, potresti trovarti a scorrere molto avanti e indietro. Non lasciarti scoraggiare; ne varrà la pena.

Successivamente, le informazioni appariranno nei dettagli exif del tuo software di editing preferito. In questo modo non sarà più una foto senza copyright.

Quali sono i vantaggi dell’aggiunta di informazioni sul copyright all’exif?

  • Aggiunge uno strato di protezione. Online, ad esempio su siti Web, forum e social media, è molto facile condividere le tue immagini. Lo svantaggio è che è facile per qualcuno rubare le tue immagini e usarle per il proprio guadagno, come ritagliare, filigranare o persino partecipare a concorsi con il pretesto di essere il proprietario dell’immagine. Può sembrare estremo, ma si verifica. È sempre una buona cosa poter ricondurre un’immagine a te.
  • Rendi più facile per gli acquirenti trovarti. Può sembrare insignificante, ma c’è sempre la possibilità che qualcuno trovi una delle tue immagini su un sito web e voglia contattare il fotografo che l’ha scattata. Poiché le tue informazioni sono incorporate nell’immagine, è più probabile che ti seguano. È un campo lungo, ma se ti ritrovi con migliaia di immagini che sono circolate online nel corso degli anni, non ha senso fare tutto il possibile per rendere più facile ritrovare te stesso?

Come Installare WordPress Con Siteground

Foto senza copyright, vediamo la differenza tra opera fotografica e fotografia semplice

La regola è quella che abbiamo visto finora. Tuttavia, c’è un punto che deve essere chiarito. Il copyright può proteggere un’immagine, come qualsiasi altra opera, se ha un minimo di originalità, cioè deve essere creativa e avere qualcosa di “personale”.

Ad esempio, non puoi rivendicare il copyright su una ricetta lineare come il pane se la scrivi in un libro di cucina; non puoi rivendicare il copyright su una tarantella di paese perché la melodia non è particolarmente unica rispetto a centinaia di altre melodie.

Allo stesso modo, non puoi rivendicare la proprietà di una fotografia di una strada o di un edificio semplicemente perché l’hai scattata senza aggiungere “qualcosa di tuo”. Se così fosse, nessun altro potrebbe farlo dopo di te, e tu potresti ottenere i diritti di riproduzione di fotografie di intere città.

Dove investire oggi, dove conviene investire in borsa nel 2022

Come ricercare le immagini tramite Google immagini

La fonte di una foto può essere tracciata. Cioè, puoi vedere quali siti Web lo hanno già pubblicato. Se vuoi chiedere il permesso di pubblicare qualcosa, potresti dover scoprire chi è l’autore.

Fai clic sull’icona a forma di fotocamera nella pagina di Google Immagini (lo trovi a destra della barra di ricerca).

Scegli un file dalla scheda Carica un’immagine. Quindi, da una cartella o dal desktop del tuo computer, carica il file che hai già salvato. In alternativa, puoi condurre la tua ricerca incollando l’URL del sito web in cui hai trovato una foto adatta; in questo caso, seleziona Incolla URL immagine.

Una volta completata questa operazione, Google restituirà tutti i risultati, incluso un elenco di siti che hanno già questa immagine. Google ti porterà alla fonte se fai clic su uno dei risultati.

Migliore piattaforma trading per principianti, Freedom24 [Guida completa 2021/22] con rendita mensile

Siti dove comprare le foto

Ci sono siti dove puoi pagare pochi euro per comprare le foto. Spesso vengono forniti pacchetti:

Questi siti sono tra i più noti.

Inoltre, esegui una ricerca di immagini qui utilizzando lo stesso metodo descritto con Google.

Siti che forniscono immagini prive di copyright

Esistono siti Web in cui è possibile scaricare immagini gratuitamente senza restrizioni di copyright. Tuttavia, in alcuni casi, è necessario includere il nome dell’autore o segnalare il collegamento al sito. Per sapere come agire, leggi di volta in volta le condizioni generali del sito o le condizioni d’uso accanto alla foto.

I più importanti di questi siti sono:

  1. www.pixabay.com,
  2. www.unsplash.com
  3. https://librestock.com
  4. https://openphoto.net.

Spero che questo articolo ti è utile, grazie per l’attenzione che c’è dedicato, sentiti libero di commentare. Continua a seguire i nostri blog.

Di Riccardo Formelli

Analogic Marketing nasce alla fine del 2018, nel mese di dicembre, dalla mente e dalle mani del suo ideatore e fondatore Riccardo Formelli. La mission di Riccardo è quella di scrivere su argomenti che lo appassionano quale ambiente, benessere, viaggi e lavorare online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *