Attività e commerce può essere una startup innovativa?

Economia

Attività e commerce può essere una startup innovativa? Certo! E quali sono gli aspetti legali che questo tipo di attività, ormai sempre più frequente, deve seguire? Innanzitutto deve avere i requisiti per essere classificata come startup innovativa e poi dovrà essere compliant alla normativa per la gestione del commercio online. Affiliate Marketing: i passi da compiere, gli strumenti necessari per cominciare il tuo business online profittevole iniziando da zero. Con un negozio online e tramite affiliate marketing puoi vendere I tuoi prodotti. Dai computer portatili Acer alle camicie su misura.

Come usare il Social Trading? Osservare, Seguire, Copiare: a voi a scelta

Normativa sulle startup: l’oggetto sociale

Quando decide di aprire la tua attività e commerce devi sapere cosa prevede la normativa. La normativa specifica di riferimento prevede una serie di requisiti per ottenere lo status di startup innovativa. Uno di questi attiene all’attività che la società si appresta a svolgere. In particolare essa dovrà avere a oggetto “in via esclusiva o prevalente lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico”. In un mondo online caratterizzato sempre più dal Turismo sostenibile, esperienziale e enogastronomico, voglio parlarvi anche del il ritorno del turismo.

Da questa locuzione, dai contorni molto vaghi e con ampi margini di arbitrarietà, emergono però concetti di grande importanza.

  1. Innanzitutto può essere riferita a ogni attività economica. Questo poiché da ogni attività economica possono derivare di prodotti o servizi innovativi: quindi anche dalle attività di commercio online.
  2. Viene richiesto un “alto valore tecnologico” e non un “alto contenuto tecnologico”. Grazie a questo concetto, quasi tutte le attività e-commerce possono rientrare nel novero delle startup perché, in assenza di criteri oggettivi e scientifici di identificazione del concetto di innovativo e di alto valore tecnologico, la valutazione deve necessariamente essere compiuta su elementi di fatto e non tecnici. Questo tenendo in considerazione quindi i principi ispiratori e le finalità della normativa. Agevolare lo sviluppo di ogni soluzione, procedura, tecnica o procedimento basato sulle conoscenze tecnico-scientifiche più avanzate di ciascun settore

La normativa per la gestione dell’attività e commerce

Il commercio online deve poi fondare le proprie basi su due pilastri normativi. Il Codice dei consumatori e il Regolamento europeo sul trattamento dei dati (Gdpr). Queste norme impongono una serie di rigide procedure da mettere in pratica sulla piattaforma online.
In particolare relative alle informazione circa l’azienda che vende. Le caratteristiche principali dei beni o servizi offerti, prezzi. Tasse di spedizione, modalità di pagamento, eventuale assistenza post vendita, oltre al diritto di recesso per il consumatore. Ancora, dovranno essere poste in evidenza e richiamate appositamente le cd. clausole vessatorie, ovvero quelle ritenute più gravose per il consumatore. Un’attività e-commerce può essere una startup innovativa?

Voglio parlarvi anche di 5g pericoloso e dannoso per la salute? Cercheremo di scoprirlo. Una delle maggiori innovazioni negli ultimi anni è sicuramente rappresentata dall’espandersi del 5G, ritenuta fondamentale nello sviluppo concreto e veloce di nuove comunicazioni, per migliorare lo sviluppo digitale.

E infine dovrà rispettate e procedure per garantire la privacy, il trattamento dei dati e l’utilizzo dei cookie. La parola d’ordine per l’e-commerce è dunque trasparenza! Poiché tutte queste normative hanno come obiettivo primario la tutela del consumatore, che ben si concretizza quando tutte le fasi che accompagnano l’utente alla conclusione del contratto di acquisto del prodotto o del servizio siano caratterizzate da chiarezza, semplicità e precisione. Tutti aspetti, questi analizzati, che non vanno sottovalutati sia per non incorrere in violazioni di legge sia per evitare di compromettere la reputazione
e la credibilità del negozio online.

Investimenti online sicuri, Raccomandazioni per i primi investimenti, Trading

Lascia un commento